fbpx

Team liquidi. Cinque suggerimenti per facilitare il lavoro a distanza

La liquidità può agevolare il lavoro dei team a distanza. Perché ciò sia possibile, sono necessari alcuni cambi di prospettiva. Vediamo insieme quali.

 

Spunto di questo articolo è una recente riunione del team Into the Change, che si è svolta  sulla piattaforma online MURAL. Abbiamo utilizzato questo digital workspace su suggerimento di Danilo Carboni, non avendo avuto il tempo di organizzarci per lordine del giorno, come siamo soliti fare. Durante lincontro, in cui ogni membro del team ha proposto le proprie idee e successivamente votato per lO.d.G, sono inaspettatamente emersi argomenti di cui non avremmo parlato se il meeting non avesse avuto luogo online. La discussione delle varie tematiche emerse ha permesso di sviluppare la nostra creatività e di attivarci maggiormente, sapendo che la responsabilità della riunione sarebbe stata condivisa.

 Questo episodio mi ha fatto riflettere su quanto la liquidità possa agevolare il lavoro dei team a distanza. Affinché ciò sia possibile, sono necessari alcuni shifts.

Cinque presupposti necessari ad agevolare la liquidità sul lavoro.

Il primo consiste nel passare da una logica di controllo ad una logica di fiducia, alla base della quale vi è lidea che il team possieda tutte le risorse necessarie per far sì che le cose vadano al meglio e per raggiungere i  risultati sperati.

Il secondo  è rappresentato dal passaggio dalla logica di programmazione alla logica di serendipità, che si verifica quando, piuttosto che basarsi esclusivamente su un programma prestabilito di lavoro, si valorizza quello che accade nel momento presente e ciò che emerge dagli individui, anche se si tratta di qualcosa di inaspettato.

Il terzo punto riguarda lo shift dalla formalità alla informalità, questultima caratterizzata da intimità e reale comunicazione fra le persone. Quanto più in un team sono presenti forme (ruoli, gerarchie, strutture), tanto più la serendipità sarà limitata.

Il quarto cambiamento è il passaggio dalla logica del gap alla logica dele forze: il focus dei leader non dovrebbe più essere colmare i gap allinterno dei team, ma, piuttosto, rafforzare le eccellenze e i diversi contributi. Valorizzando quanto ciascun individuo è in grado di offrire, i membri non temeranno di esporsi, saranno proattivi e portati a contribuire al massimo delle proprie potenzialità.

Infine, lultimo shift consiste nel passare dalle proposte dallalto ad una logica di sperimentazione.

I cinque presupposti necessari ad agevolare la liquidità sul lavoro rappresentano una risposta alla sfida che i manager stanno affrontando nel dover gestire i team a distanza, poiché permettono che si  sviluppi spirito di collaborazione, proattività ed innovazione.

Irene Morrione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *