Change Lab

Laboratorio per favorire il cambiamento culturale, organizzativo e comportamentale

Il Change LAB è una modalità di lavoro utile per promuovere cambiamenti culturali all’interno di aziende che si trovano ad affrontare riorganizzazioni, internazionalizzazioni, fusioni ed altri eventi che costituiscono un cambio radicale nella vita dell’organizzazione.

Il Lab è strutturato partendo dai seguenti principi:

  • Dal cambiamento come risultato al cambiamento come competenza

Cambiare non significa raggiungere uno “stato” diverso ma imparare a costruire continuamente ponti verso il futuro. Anticipare e abbracciare il cambiamento è LA competenza del manager di domani. Il training deve  facilitare il “saper cambiare” sviluppando nelle persone un mindset proattivo.

  • Engagement dei destinatari nella progettazione

Per sviluppare un mindest proattivo e un coinvolgimento reale, i percorsi formativi non sono più calati dall’alto ma nascono dal confronto con e tra i destinatari che ne identificano contenuti e messaggi chiave.

  • Dal modello a silos a quello dell’orto sinergico

Considerando i modelli organizzativi sempre più a matrice, per un cambiamento a lungo termine bisogna agire in un’ottica sinergica sui diversi livelli e funzioni aziendali contemporaneamente.

  • Utilizzo degli influencer come change ambassadors

Ogni cambiamento passa attraverso le persone. Per generare un cambiamento reale e duraturo è necessario portare a bordo le persone che hanno maggior influenza sugli altri in modo che guidino e diffondano il cambiamento.

  • Dare visibilità al cambiamento

Il “desiderio di visibilità” è diventato   un driver e una leva motivazionale  che può essere utilizzata per favorire il cambiamento. La comunicazione a rete e gli strumenti partecipativi possono essere utilizzati con successo per “contagiare” il cambiamento

  • Integrazione delle metodologie e gamification

Nessuna metodologia è migliore di un’altra in assoluto. La fluidità e l’integrazione tra diverse  metodologie è il modo più coerente per generare il cambiamento . Attingere ad ambiti culturali e sociali diversi da quelli del business stimola il pensiero laterale e la propensione a cambiare

Destinatari

  • Manager dell’azienda
  • Un gruppo di influencer, di tutti i livelli e le funzioni, identificati attraverso la social network analysis

Durata

Numero di sessioni variabili 

Outcome

I gruppi producono un piano d’azione operativo

Struttura e fasi

Il change LAB è un percorso totalmente taylor made che mira alla “costruzione di senso ” in un momento di cambiamento organizzativo. I contenuti dipendono dal tipo di cambiamento che l’organizzazione sta affrontando, la struttura invece è replicabile nei diversi contesti secondo le seguenti fasi:

  1. Co-progettazione dei LAB. Con il management vengono identificate le tematiche dei lab in base agli obiettivi di cambiamento da raggiungere.
  2. Identificazione degli influencer. Utilizzando la Social Network Analysis, vengono mappate le reti di relazioni all’interno dell’organizzazione. La SNA si basa su rigorose metodologie scientifiche e algoritmi comprovati e permette di individuare i “nodi relazionali” maggiori all’interno del sistema, indipendentemente da ruoli gradi e funzioni. I cosiddetti “influencer” vengono poi suddivisi in sottogruppi in base alle tematiche da affrontare.
  3. Lab tematici. Ciascun LAB tematico, composto da un gruppo di influencer e da uno sponsor del livello manageriale, lavora per favorire uno specifico obiettivo di cambiamento partendo dall’analisi dell’as is per arrivare alla definizione di una serie di proposte operative.
  4. Team coaching del management. Il management riceve le proposte operative e ne discute nell’ambito di sessioni di team coaching fornendo un feedback strutturato, attraverso gli sponsor, ai gruppi di influencer.
  5. Action Plan. Ciascun Lab tematico, ricevuto il feedback, produce un piano d’azione operativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *